Formazione

Secondo quanto stabilito dalla legge n. 4/2013 le Associazioni Professionali svolgono una triplice funzione:

-Valorizzano le competenze degli associati;

-Garantiscono il rispetto delle regole deontologiche legate all’esercizio della Professione;

– Agevolano la scelta e la tutela dell’utenza nel rispetto delle regole sulla concorrenza.

Per assolvere tali funzioni, le Associazioni devono prevedere – nelle forme che ritengono più pertinenti alle caratteristiche della Professione rappresentata e valorizzata – l’obbligo di un aggiornamento professionale da verificare periodicamente. AIPO effettua la verifica annualmente, contestualmente al momento di rinnovo dell’iscrizione.

I Soci di AIPO sono pertanto tenuti a frequentare nell’anno di iscrizione corsi di aggiornamento per un monte ore stabilito nel regolamento associativo relativo alla formazione. L’obiettivo è verificare che, in un tempo breve, il sistema di conoscenze e esperienze risulti adeguato alle trasversali e molteplici esigenze collegate all’esercizio della Professione.

A fianco di percorsi di aggiornamento, indispensabili per garantire la qualità delle prestazioni dei Soci, AIPO garantisce un’offerta formativa di qualità, adeguata al profilo professionale dei suoi iscritti. AIPO crede infatti che le competenze siano un assetto strategico da coltivare nel tempo e con costanza.

Tale offerta formativa cerca di rispondere alla ricchezza di abilità richieste nella Professione dell’ Operatore Discipline Bio Naturali. ovvero di chi ha scelto di dedicarsi con professionalità alla gestione e organizzazioni, della propria attività (dall’amministrazione d’impresa, alle strategie di marketing e comunicazione, dagli aspetti giuridici, a quelli economici e finanziari, in ambito della sua professione).

DIVERSI FORMAT A SECONDA DELLE ESIGENZE

I format dello sviluppo professionale AIPO variano per durata, tipologia e finalità. Sono suddivisi in corsi, seminari e workshop. Mentre i primi mirano a far comprendere le caratteristiche della Professione, contribuendo ad implementare e consolidare le competenze maturate (nonché a far conoscere i valori etici), i seminari si configurano come laboratori di articolazione delle pratiche e delle conoscenze. I workshop, invece, sono pensati per favorire lo sviluppo di competenze trasversali.